sabato 9 maggio 2009

CAMBIAMENTO


guardo queste signore che salgono sull'autobus per vender quel che posso: cibo soprattutto.


lasciando incustoditi i loro banchi che costeggiano i lati della strada

ed osservo questo


improbabili cattedrali scagliate contro il cielo terso

ed io seduta nell'autobus mi ricordo dell'India, delle insicurezze e dei timori di quel viaggio, delle incapacità

guardo il panorama così simile e mi scopro così diversa: oggi sono orgogliosa di me stessa.

Ho fatto una cosa difficile per me e per il mio carattere.

Avevo dimenticato la carta di credito dentro il bancomat e la mia incapacità di chiedere ha bussato alla porta a braccetto con il bisogno.

Ho telefonato ed ho fatto 400km per andare ad un ufficio che il sabato chiuso al pubblico.
Ho fatto aprire, ho fatto chiamare il direttore, mi han consegnato la carta di credito e come mia solita abitudine ho ricambiato il favore facendo trattamento sia al direttore che alla segretaria.

aveva ragione Riccardo mediaout (quando sarai in viaggio l'anima si confonde con il tutto che ti circonda)

ED ECCOMI A PENSARE
ai dolori di queste settimane
alla tiroide che ha deciso di schizzare e farmi perder peso, sonno e pazienza
ed al mio cuore che corre a ruota dietro a quella pazza di tiroide

mi alzo per andare in bagno : siamo in autobus da 5ore ..
e ..nemmeno me ne accorgo ...mi risveglio per terra, con una ragazza atterrita che mi chiede se stò bene
lei ha le stampelle, ed una gamba sola, ma è la prima d aiutarmi
acccorrono altri ,..ed io stò ben attenta a nonf armi fregare i soldi dalle amichevoli mani

mi sento strana, come una gran botta in testa
mis ento male
ma risalgo sul pulman con l'immancabile mate de coca (dicono aiuti)

arrivo da Johnny e ...accade di nuovo, stò male ..una gran botta alla testa
Johnny dice ceh sono andata in spasmo: i muscoli tirati, il viso contorto..pochi secondi e son di nuovo in me

mangio abbondantemente
e gioisco

si

nessuno mi ha derubata
Johnny è anche medico oltre che avvocato ed ha già contattato un suo collega cardiologo
e ..l'ammortizzatore www.boxxerparts.de è in viaggio

sono felicissima

anche perchè oggi ho superato me stessa: ho fatto aprire un ufficio chiuso di sabato, hanchiamto il direttore e mi han ridato la mia carta di credito che era rimasta nel bancomat-
il tutto con un paio di trattamenti in cambio del favore fattomi

ed ecco perchè nonostante i momenti duri e di desolazione sono FELICISSIMA
la vita è un viaggio meraviglioso e l'anima è in costate cambiamento

7 commenti:

  1. E meno male che stai meglio, non ti sei fatta mancare nulla proprio.
    Penso anche ..sei circondata da abitudini umane dove il tempo non è determinante ANZI !, senza accorgerti hai accumulato stress da controtendenza e adesso vedi i cocci !! Credo tu debba accompagnare il tempo, il viaggio ed il piacere del viaggio in moto in luoghi cos' diversi selvaggiamente BELLI !!
    GODITI di più questo tempo facendo ciò che hai scelto di fare nel modo preferito... e tutto passa !.CIAO wonder woman. Pier

    RispondiElimina
  2. Ciao dottoressa ci sono ancora , anche se è un po' che non ti scrivo, comunque leggo sempre i blog , ciao bysergio.cc

    RispondiElimina
  3. Mamma mia 400 km per recuperare una carta di credito... letto da qui dalla vita di tutti i giorni sembra di essere davvero lontani lontani.

    Pensa a te, però, prenditi tempo e cerc di star bene prima di tutto

    RispondiElimina
  4. Hoi Miriam sei sempre piu' incredibile, chi ti ferma piu'!!!!

    RispondiElimina
  5. Sembra incredibile eppure
    più del paesaggio che ti circonda
    più dell'aria che ti oppone resistenza e senza la quale il tuo andare in moto avrebbe tutto un altro sapore,
    ciò che più cambia durante un viaggio è la tua anima, il tuo spirito.
    Già da quando metti in pratica quell'idea un pò folle, a cui almeno una volta molti hanno pensato ma solamente i più coraggiosi hanno la determinazione di portare avanti fino in fondo, tu ci sorpassi tutti, dando gas ad un motore che non brucia benzina, ma che prende i sogni, li comprime in paure e incertezze per poi farli esplodere trasformandoli in indimenticabili esperienze.
    Allora lasciati dire da dietro una scrivania che ti ammiro e ti stimo per quello che fai e per quello che sei.

    Paolo P.

    RispondiElimina
  6. ciao a tutti
    PaoloP. hai centrato
    il mio viaggio è sopratutto dell'anima
    è per questo che adoro i vostri commenti
    senza comunicazione e dialogo ..sarebbe sterile ..ed utile solo a me stessa
    ecco il perchè dello scambio in ospedale

    RispondiElimina
  7. TI SEGUO AD OGNI MILLESIMO DI KM
    TANTO DI CAPPELLO SENORITA

    eMILIA

    RispondiElimina