mercoledì 11 novembre 2009

GUERRA

mi dicono che sui girnali italiani non se ne parla
ed io che adoro non star zitta vi racconto questa notizia di 3 gg


"Il Venezuela, nella persona del presidente Chavez, ha dichiarato guerra alla Colombia."


I giornali di Panama ne parlano fin dal 5 di novembre, quando si era ancora in piena festa nazionale.

Certo che qui nessuno puo´far nulla
Certo che se ne parla e basta
Ma la informazione italiana??

io sono a Panama e sono tranquilla, Antonio invece é partito sta mattina per la colombia con un mercantile che trasporta cemento (tanta stima per te amico mio), ma quello che voglio dire é che il 5 si parlava giá di 1 morto ..ed oggi si parla di centinaia

qualcuno direbbe "tu sei lontana, che te ne frega" ma io penso solo che la guerra é guerra e non mi piace per nulla.
se non che il mio amico S. mi manda questo link
ahahah
ma allora???
certo che siamo bravi a far le cose ..e far in modo che non si capisca + da che parte sta la ragione
ahah
cosí che si fa...

3 commenti:

  1. Matteo dalla toscana11 novembre 2009 11:57

    In Italia e nel resto del mondo temo che la notizia passerà sotto silenzio o comunque molto sotto voce...
    La guerra, qualsiasi guerra viene scatenata per interessi che mai sono gli interessi della collettività ma solo di alcuni.
    In quei paesi sappiamo bene che il cartello della droga la fa da padrone. Lo sanno tutti. Lo sa il mondo intero. Ma nessuno fa realmente niente per impedire il narcotraffico in modo significativo. Ci mangiano tutti. Governi compresi.
    Che interesse ha il mondo ad una guerra in quei paesi? Non c'è il petrolio.... non ci sono oro o diamanti....
    Chi parla delle guerre e dei massacri che si consumano giornalmente in Africa e in altri paesi??? Nessuno perchè non frega niente a nessuno se in un paese la gente si ammazza! Se non esiste un interesse per intervenire... E speesso chi dovrebbe intervenire (Italia compresa) è tra i primi fornitori di armi di questi paesi. L'italia è il maggior produttore ed esportatore di mine antiuomo... Le fabbriche di armi chiuderebbero senza le guerre...
    E' una triste realtà...e noi possiamo far ben poco per cambiarla...
    Basterebbe solo capire che singoli capi di stato potrebbero far poco se tutta la popolazione si unisse in una sola voce ed in un solo corpo.
    Finchè ci sarà divisione tra i popoli ed i singoli individui, saremo sempre in balia degli eventi decisi da pochi.
    Grazie comunque a te Miriam ora chi ti legge sa! Anche se le TV non diranno nulla, molti sapranno. Ed è giusto che sia così.
    Matteo.

    RispondiElimina
  2. Ci sono tante guerre nel mondo taciute per altrettanti motivi :-(
    Quando, negli anni 80, mia zia viveva in Brasile, telefonava tutta preoccupata a mia madre dicendo che aveva sentito di questo o quel disastro.
    Mia madre invece le rispondeva che in Italia era tutto tranquillo, ma del Brasile si sentiva peste e corna.
    Morale: meglio guardare l'erba del vicino ingiallire, che innaffiare il proprio prato

    Ne approfitto per mandarti un bacione Miriam :-)
    Sara-Phaleg

    RispondiElimina
  3. Ciao, Miriam.
    Mi hai incuriosito con questa grave notizia e sono andato a cercarla. Tramite Google è saltata fuori e risulta la segnalazione sulla Stampa. Da parte mia ho fatto una domanda al direttore di un altro quotidiano piuttosto importante e mi ha risposto che se ne sarebbe interessato. Su Google però non si parla di una guerra in corso ma di una minaccia di conflitto. Chavez dà l'impressione che voglia provocare un pò tutti per avere "visibilità" internazionale ed entrare in un club di quelli che contano...nel portare e diffondere il male el mondo.
    Bah! Che vuoi che ti dica? Tu continua nel tuo piccolo a portare positività, come dovremmo fare tutti, e sarà una bella lotta. Tanti piccoli Davide contro i Golia dell'era moderna.
    E come dicono i colombiani..."Ciao Regina!"

    carlo mcgripp

    RispondiElimina