martedì 27 luglio 2010

MA COME FAI???

qualche tempo fa Gionata, in un commento, mi chiese : "ma come fai a viaggiare cosi a lungo?"

non risposi perchè la domanda non trovava una risposta dentro di me, non trovavo un perchè a quella domanda, come se il suo significato non esistesse.

Oggi, o meglio in questi giorni, è accaduta uan cosa strana, una cosa veramente inconsueta,un ragazzino, un pilota professionista di moto, si è semplicemente interssato a me, a quello che sono, chiedendomi di uscire con lui.

Ovviamente ho rifiutato, non mi sento di uscire con un ragazzino, ma allo stesso tempo questa cosa mi ha ripiombata alla domanda di Gionata ed oggi ho la risposta.

Non ti ho risposto prima perchè non ero consapevole di tante cose.. ma ora, ecco come faccio a viaggiare cosi a lungo :" non ho mai cercato un rapporto momentaneo per riempire un vuoto più profondo ed in questi giorni che ne ho avuto l'occasione di poterlo fare, ho capito ".

GRAZIE GIONATA PER LA DOMANDA

5 commenti:

  1. Scusa , sarò ottuso, ma non ho capito.

    RispondiElimina
  2. dimmi Giorgio cosa non hai capito..l'intero discorso??

    RispondiElimina
  3. Rileggendo... mi pare di aver capito che riesci a viaggiare per riempire un vuoto ?
    In particolare non capisco:
    " non ho mai cercato un rapporto momentaneo per riempire un vuoto più profondo ed in questi giorni che ne ho avuto l'occasione di poterlo fare, ho capito " come condizione che ti permette di viaggiare a lungo.
    Abbi pazienza sono programmatore ......
    Poi, perché bisogna cercare un motivo per ogni cosa si fa? Perché non semplicemente "lo faccio perché mi piace e perché lo posso fare" ?

    RispondiElimina
  4. HAI RAGIONE : ilperhcè è solo perchè mi piace e lo posso fare ..
    ma la domanda era riferita a livello emozionale, come si può viaggiare cosi tanto tempo senza avere una stabilità affettiva (uncompagno, un amico che ti viene a trovare ..ritornare in italia) due anni inviaggi osenza avere riferimenti emotivi non è facile ..senza una casa..senza amici
    la mia risposta è che non riempio unvuoto più grande "amici veri" con uno momentaneo "amici moemntanei"
    io reputo amici veri quelli che qui chiamo amici e non mi faccio amici momentanei per poter sopravvivere alla solitudine

    FORSE è PIù CHIARO COSI??

    e mi sono accorta solo ora di questa mia profondità
    del fatto che non ho sentito la mancanza di un amico vero ..solo perhè io non li creo ma li ho ..anche s elontani
    vedisi post precedente ..dove liporto tuti con me nel mio cuore

    AZZ ..SONO PROLISSA

    RispondiElimina
  5. Chiarissimo!!! Leggendoti mi dai l'impressione di una donna molto dolce e indipendente. Ti basti da sola, per cui coltivi delle relazioni emotive solo se ma vale la pena e non solo per solitudine, con profondità.
    Sii pure prolissa, ti leggo e seguo molto volentieri.

    RispondiElimina