lunedì 26 luglio 2010

UNA PESSIMA VIAGGIATRICE

con Karl sto bene, è un caro amico per me , ridiamo in continuazione anche quando qualche giorno fa ho trovato una vite della coppa dell'olio rotta ed una copiosa perdita d'olio sul suo pavimento.

Ridiamo, ridiamo di gusto per tutto, per qualsiasi cosa, entrambe consapevoli che la vita è un attimo, che non sai quando , dove e perchè terminerà.

Quando qualcuno mi rompe le scatole penso subito che non ha mai sofferto nella sua vita, se avesse sofferto non procurerebbe dolore agli altri, ma cercherebbe di ridere e di far ridere chi lo circonda.
Penso ai miei momenti tristi, ai miei momenti difficili e capisco che a volte siamo incapaci di ridere per la nostra difficoltà di gestire il dolore.

Ed è in questi ragionamenti che scopro di esser una PESSIMA VIAGGIATRICE : non riesco a staccarmi dai miei nuovi amici, li porto tutti con me nel mio cuore ed ogni volta è più difficilmente pesante, ogni volta penso che non dovrei fermarmi cosi a lungo (una settimana è sufficiente per soffrire).

Parto, di nuovo, si , come dice il titolo che scelsi per il mio blog IOPARTO , detto cosi, tutto di un fiato, tutto attaccato, per quella fretta di chi non ha il coraggio di dire che lascia i propri affetti per un po di vento a visiera aperta.

IOPARTO e non ho il coraggio di gioire per le belle cose avute durante tutte queste mie piacevolissime soste, ho solo di nuovo il dolore di chi sa che è tutto un attimo, anche se bellissimo ma è solo un altro attimo che finisce.

4 commenti:

  1. beh ma comunque gli amici non li perdi mica ^^ ti separi solamente da loro ma potrai comunque incontrarli in futuro. Quindi in teoria non hai nulla di cui preoccuparti. Parti felice di aver conosciuto nuove persone pensando che un giorno le re incontrerai.

    RispondiElimina
  2. grazie Giorgio

    eh si ilgrassa ..ma non sempre è cosi .. però grazie ..

    RispondiElimina
  3. dici che è una visione troppo ottimista? :P


    P.S.: chiamami Matteo ^^

    RispondiElimina