martedì 23 novembre 2010

PRESENTAZIONE LIBRO : SCHEGGIA


Milano, piazza Duomo, libreria Mondadori, venerdì sera: queste le caratteristiche della presentazione del libro SCHEGGIA

Ed io sono li, in ritardo, in fondo, con il suo libro in mano stretto tra me ed il mio cappotto sul braccio.

Roberto sa parlare, sa scrivere (scoprirò poi leggendo le prime 20 pagine tutte di un fiato) ed io invece sono solo in forte imbarazzo.
Roberto alza la mano e mi saluta.
L'imbarazzo aumenta ed io stringo ancor più forte il cappotto a me.
Ho caldo.
Resto per ultima per l'autografo che voglio su questo libro.
Resto ultima ma Roberto non smentisce la sua gentilezza e mi presenta "io sono qui a raccontarvi il mio libro, la viaggiatrice è lei. Questa si è fatta da sola, in moto , con una moto vecchia come la mia, dall'Argentina all'Alaska. Lei è la viaggiatrice ! "
SPROFONDO
mi seneto svenire, mi sento in fiamme, mi sento che forse non dovevo avvicinarmi nemmeno per ultima, quando in sala ci sono una ventina di persone ed a me sembrano mille.
Ringrazio Roberto per queste bellissime parole, ringrazio e proseguo, verso un non so, verso un libro IOPARTO che vorrei esplicativo di questo mio essere, ma, forse, è solo mania di protagonismo.

5 commenti:

  1. non condividere un'esperienza come quella vissuta da te trovo sarebbe egoismo puro. Prima di togliermi lo sfizio della mia gita patagonica ho dovuto aspettare di avere 40 anni suonati... ma avevo già fatto il giro del mondo più volte leggendo Bettinelli, Terzani, Chatwin & Co. Qualsiasi storia merita di essere raccontata. Se poi qualcuno vorrà leggerla... bontà sua!

    RispondiElimina
  2. Condivido il pensiero di Lorenzo205 ed aggiungo:
    Leggi il tuo blog in ordine cronologico e aggiungi le tue sensazioni, i tuoi ricordi , le tue emozioni che non hai avuto tempo di scrivere. Si scrive da solo !

    RispondiElimina
  3. scrivi il tuo diario di viaggio Miriam, io lo devo ancora fare il giretto in moto che hai fatto tu nelle americhe... un abbraccio dal Friuli- mauro

    RispondiElimina
  4. Hai fatto un viaggio straordinario Miss Miriam.
    Ascolta i tuoi pensieri.I tuoi ricordi. E scrivili.Un beso.

    RispondiElimina
  5. Il libro lo hai già scritto nel tuo cuore.
    Potrebbe anche bastare così ma, se dentro di tè senti forte il desiderio di condividere queste Emozioni, allora rituffati nei ricordi e scrivi,srivi,scrivi!!!
    Ciao Maurizio

    RispondiElimina