venerdì 3 dicembre 2010

3 NOTTURNE e VECCHIAIA

sono le 3 di notte, e questa volta il fuso orario non ha colpe
sono le 3 di notte ed il mio cane di ben 16 anni tossisce e non smette: è un anno che va avanti così ed ogni giorno sembra il più faticoso.

penso al valore della vecchiaia,
alla mia moto che a 18 anni si è rotta ripetutamente e l'ho sempre riparata.
penso a lui che non ce la facciamo più a svegliarci di notte per aiutarlo, aiutarlo a sopravvivere: forse è solo il nostro egoismo che ci dice che anche lui non ce la fa più.

allora guardo la mia moto
e penso che se dovesse succederle qualche cosa soffrirei amaramente e tanto
so che è stupido
un cane è un cane, una moto è una moto ed una persona è una persona
ed il confronto non regge, soprattutto se non si è mai amato un cane o non si è mai amato una moto,
ma in quanto oggetto di non risposta non ci feriscono mai e questo li rende perfetti

domani vado a riprendermi la mia moto dopo 2 mesi di esposizione da Gialdini a Brescia
la vado a riportare a casa
voglio solo che stia con me
poi il resto sarà un altro racconto

3 commenti:

  1. ci affezioniamo a persone e oggetti che fanno parte della nostra vita. che sia un cane, un cavallo, una moto... ognuno di noi ha le proprie passioni e mai e poi mai devi permettere a qualcuno di dirti che è stupido perchè non lo è! la tua moto ha fatto veramente parte di te e della tua vita ininterrottamente ogni giorno per quasi due anni, è ovvio che sia parte delle tue giornate e sia nei tuoi pensieri anche alle 3 di notte.e il cane, l'ho visto quel cane, è semi umano, e d'oro! :) povero. non è SOLO un cane :*
    ti abbraccio forte Donna meravigliosa che sei.

    RispondiElimina
  2. Bene, allora organizza una gita, saremo in tanti.
    Ti abbraccio.
    Un bacio al tuo adorato cane.
    Fabrizio

    RispondiElimina
  3. Ciao Miriam!
    Nel racconto del tuo cane mi ci sono ritrovato perchè sto vivendo una storia analoga col mio vecchio lupacchiotto. Come fabrizio mando pure io un bacione al tuo cane...che ho conosciuto al tuo rientro a casa. ;o)

    carlo mcgripp

    RispondiElimina