lunedì 14 settembre 2009

il mio viaggio

faccio seguito ad alcune domande frequenti che mi state facendo anche per via privata

QUANDO TORNI?
non lo so

PERCHÈ TI FERMI IN UNA MISSIONE UMANITARIA SE SEI IN RITARDO CON I TEMPI SUL VIAGGIO?
e questa è una risposta per me importantissima
il mio viaggio non è fatto di soli km e panorami, di semplice conoscenza di un altro mondo, ma di scambio, di dono di se, di consapevolezza di cio`che sono e che valgo, e di quanto siano inutili certe cose che nella nostra società europea ci vengono propinati come indispensabili

TUTTE COSE CHE GIA`SAPEVO
ma che ogni giorno entrano a far sempre più parte di me

GRAZIE A TUTTI
e
sono nelle montagne dell'Equador con OPERAZIONE MATO GROSSO
le tubature di CCAYARA sono ok
ora altri problemi da affrontare

UNA PIAGA DA DECUBITO IN CUI PUO' ENTRARE UNA MANO
un ragazzo di 24 anni paraplegico che costretto a lavorare si ritrova in queste condizioni

CHI MI SA DIRE CHE COSA POSSIAMO APPLICARE PER CURARLO AL MEGLIO??

grazie a tutti

6 commenti:

  1. Una piaga da decubito così..... è a dir poco impressionante.Prova a contattare l'Isituto Ortopedico Rizzoli di Bologna: info_urp@ior.it.

    RispondiElimina
  2. Ciao Miriam, su internet ci sono molte indicazioni su come fare, ti mando un link, http://www.piagadadecubito.it/index_file/page06.htm, in italiano con le cure che ci vorrebbero. Dico vorrebbero perche' non conosco la tua situazione locale, cosa hai a disposizione ecc.
    Dacci dentro.
    ciao
    Carlo
    BG

    RispondiElimina
  3. Dacci dentro ????????????????????????

    RispondiElimina
  4. ciao cucciolo, 'pasta al pesto' non è certo un rimedio,ma gli farebbe scintille nel palato,MOLTA FRUTTA E IN PARTICOLARE TANTE MELE ,VELOCIZZANO LO SCAMBIO CELLULARE. Fallo sorridere a crepapelle, l'umore è un'arma potentissima starà meglio. Fagli i miei saluti e digli che se non si sbriga a guarire non lo porto in barca a PORTOVENERE.UN BACIO motociclistina. vittorio.

    RispondiElimina
  5. ho letto i precedenti consigli si proprio "consigli" dalla pasta al pesto ecc ecc affidati ad un dottore esperto in quella patologia, la medicina non è fatta di consigli pasta e barca a vela ma di cose sicure visto che si "gioca" perdonami il termine con la pelle degli altri !Con queste cose il viaggio il viaggio puo' attendere, quantomeno gli fai vedere a chi cura questa persona la cura esatta .bysergiocc

    RispondiElimina
  6. Il tuo blog è intitolato "Io parto" il che lascia sottointendere che sai quando sei partita ma non sai quando tornerai.

    Ma quanto questa tua esperienza la consideri essere un "viaggio"? Non è che ti sei "semplicemente" trasferita in Sud America?

    RispondiElimina