mercoledì 16 settembre 2009

GRAZIE A TUTTI

UN GRAZIE DI CUORE a chi sta procurando i medicinali idonei per curare Marco (paraplegico di 24 anni) e le sue enormi piaghe da decubito
probabilmente riusciamo a farli arrivare tramite altri volontari della ASSOCIAZIONE MATO GROSSO

un GRAZIE A VITTORIO che mi ha suggerito, con la usa solita goliardia, di curare anche l'alimentazione

GRAZIE A SERGIOCC che mi ha dato lo stipolo per scrivervi queste righe

GRAZI A NAGA che mi hai fatto riflettere : QUESTO VIAGGIO È FATTO COSÌ ..

GRAZIE ATUTTI QUELLI CHE SO CHE MI CAPISCONO E MI APPOGGIANO

5 commenti:

  1. Ciao miriam dai commenti che ho letto nel post prima di questo penso che se mangiasse una pizza a casa mia non gli farebbe altro che bene!
    Comunque sei partita bene non pensare al ritorno siamo Motociclisti con la M maiuscola ci aiutiamo e aiutiamo fai tutto il possibile per quel ragazzo e so che lo farai!
    Qui sai che la vita è e sarà sempre la stessa quindi pensa che il tuo viaggio non ha data ne meta!
    Bacione Ohara

    RispondiElimina
  2. continua così Miriam, siamo tutti con te, la moto è il mezzo, la vita lo scopo.
    un abbraccio.
    Franco

    RispondiElimina
  3. CIAO OHARA : ricordo con piacere quando arrivavo a casa vostra con il cartone della pizza puzzolente (a me piaciono le cipolle)dicendo "posso cenare qui?"
    ed hai rgionme l'allegria e la condivisione aiutano i momenti bui:: daro`un sorriso in più a questo ragazzo anche per te

    ACROSTICO/FRANCO : sai che i tuoi commenti sono sempre un enorme piacere per me ..grazie di esser qui e di interpretrmi così bene

    RispondiElimina
  4. Io nn sono medico nè paramedico.....però mi pare che, se... insieme ai medicinali potesse arrivare qualche cuscino gonfiabile ANTIDECUBITO aiuterebbe parecchio.
    Poi, io francamente non capisco l'insistenza del quando torni etc..
    MA quando torni, vuol dire che è finito tutto ! e allora spero per te che possa durare finchè deciderai tu che sei sazia....
    e' bello fare della moto il mezzo...ancor più se non ti condiziona troppo e se ti consente di valorizzare il viaggio.
    Però se le soste forzate hanno aggiunto qualcosa tramite la tua disponibilità, la tua curiosità, la tua capacità, beh.. ci troviamo di fronte ad una persona veramente eccezionale perchè sà trasformare i punti di debolezza in punti di forza !!.
    Evvai Miriam sei GRANDE !ciao. Pier,

    RispondiElimina
  5. Il grazie lo dobbiamo a te - che ci consenti di condividere le emozioni di questo tuo viaggio.

    Tu ora stai viaggiando dove noi vorremmo essere - e dove forse non andremo mai.

    Trasporti i nostri sogni, le nostre curiosità oltre i confini.

    "Lentamente muore chi non viaggia".

    RispondiElimina