venerdì 26 marzo 2010

MEXICO e ..

la frontierá é andata liscia
come mi ha suggerito Claudio Giovenzana é stata una frontiera tranquilla, anche aiutata dal fatto che Julio (l'italiano che vive qui da anni) e sua moglie sono con me in questo attraversamento.

IL mexico lo sto scoprendo pian piano, stiamo costeggiando la fronteira con una strada costellata di posti di blocco che cercano di beccare i contrabbandieri e di laghi e rovine MAYA: ecco un altro esempio di come i confini politici non sempre coincidano con i geografici.

La connessione telefonica é inesistente, la gente non parla castillano se non i piú giovani (parlano un dialetto abbastanza incomprensibile) .. e ... vi racconto tutto appena possibile

ciaooooo

1 commento:

  1. Non so dove esattamente ti trovi, ma direi che parlano Maya, in una delle tante varianti del centro America, forse Tzeltal o Tzotzil.

    RispondiElimina