giovedì 27 maggio 2010

AMICI

ho sempre detto che la cosa più bella che io ho sono gli AMICI

Julio del Guatemala (ve lo ricordate sicuro) ha contattato un suo amico che mi verrà a prendere a TIJUANA aiutandomi cosi non solo con lo spostamento della moto (a spinta) ma anche con le operazioni di dogana e tante altre cose

eccomi che devo dire NO GRAZIE a tantissimi altri amici, conosciuti e no, che molti chiamerebbero conoscenti , ma che io chiamo amici perchè il solo fatto di rendersi disponibili li rende tali.

SO I HAVE TO TELL THANKS TO PETERPI FROM ADVRIDER = HOPE TO MEET YOU MY NEW FRIEND

AND THANKS TO PR for came to TIJUANA to pick me up

7 commenti:

  1. Ciao Miriam,
    e` da tempo che seguo in modo passivo il tuo blog.
    Oggi mi permetto una considerazione.
    Piu` volte hai parlato della tua moto come di una persona cara. Permettimi di dire che la moto e` un mezzo tecnologico che ha dei limiti (parola di ing.). Questo mezzo ti permette di dare vita al tuo sogno, ma ogni volta che hai sperimentato i suoi limiti, hai scoperto e sperimentato il valore dell'amicizia e l'importanza di lasciarti aiutare e di aiutare gratuitamente il tuo prossimo!

    Un grande saluto e "good luck"

    Paul

    PS VOGLIO leggere i tuoi post dall' ALASKA!

    RispondiElimina
  2. GRANDE Miriam Come al solito hai conquistato la solidarietà della gente che ti segue da più o meno tempo e anche questi ultimi hanno imparato ad apprezzare la tua intelligenza morale che hai dimostrato fino ad adesso. un abbraccio e BUONA STRADA. P.S Anche io VOGLIO LEGGERE I TUI POST DALL'ALASKA. UN BACIO. Fabio (FASTUS)

    RispondiElimina
  3. Mi viene voglia di farti una domanda, perchè dopo l'incidente che ho avuto in Bolvia, so cosa si prova ad aveere sempre un mano sull'acceleratore ed un piede fra gli attrezzi di riparazione.

    Come sai io ho spedito la moto in italia per delle riparazioni, perchè così non potevo andare avanti.

    Non so come ce la fai tu che fai una vita così da due anni, ma penso che dovresti considerare la possibilit di:

    1. spedirla a casa per ripararla
    2. ripararla in usa, magari beneficiando della cortesia bmw usa
    3. comprarne un altra (ma conoscendoti non si discute)
    4. terminare il viaggio (ma conoscendoti non si discute e secondo me è un'opzione da non considerare)

    Insomma, ma tua moto e te, così non ve la godete per niente. Un attimo di riflessione perfavore...

    RispondiElimina
  4. partiper,
    tu hai scelto di goderti la vita.

    Miriam ha scelto di viverla!

    Go ahead, Miriam!

    Paul

    RispondiElimina
  5. anchio come paul efastus voglio leggere il tuo post al piu presto e condivido con paul ciò che dice
    un abbraccio da gapada ciao

    RispondiElimina
  6. Vedo che il MOTO ROMANZO a qualcuno piace non è che la Miriam con tutte le sue rotture e perdite di tempo ma tenace nel non mollare stà dando fastidio a quei viaggiatori?
    Miriam non mollare non dargliela vinta ci vediamo dove sai io sarò li.
    O'hara

    RispondiElimina
  7. Miriam, i problemi si vivono e si risolvono (secondo me) dove nascono. So che troverai la soluzione nel miglior modo e riprenderai la strada verso il nord...ed è lì che ti ci vedo già, magari festeggiando con un bicchiere di qualcosa di buono con un alce di passaggio.
    Un abbraccio affettuoso e "mòla no!"

    carlo mcgripp

    RispondiElimina