giovedì 8 ottobre 2009

DIARIO DI BORDO : primo giorno

è sabato ed ho un sacco di cose da fare prima della partenza
mi sveglio alle 6, mangiuchio qualche cosa, vi scrivo due righe al computer prima della partenza a proposito della associazione umanitaria dove mi trovo CASA ITALIA
sono le 8 quando suona il telefono : "Miriam!! che stai facendo? son già tutti sulla barca, si partiva alle 6 del mattino"
OK IL MIO INGLESE FA SCHIFO ma lui mi aveva confermato alle 16 di sabato e non alle 6 del mattino
parto di corsa
quando scendo dal taxi mi accorgo di non aver ancora sdoganato la moto
Peter a piedi scalzi viene con me in dogana

È CHIUSA !!

piove a dirotto, la stagione delle piogge si manifesta in tutta la sua forza
chiedo alla guardia di farmi parlare con qualcuno ..qualcuno va bene ..qualsiasi
una ragazza con l'ombrello mi chiede di cosa ho bisogno
le rispondo che devo solo riconsegnare il foglio di importazione temporanea e che la pratica la possono fare lunedì, le spiego che la mia moto sta partendo con la barca di quest'uomo e che non mi fido molto a lasciar che vada senza di me
lei annuisce e prende il foglio dicendo:"non si preoccupi"
il suo sorriso fa esplodere il mio
riparto al volo con Peter (il capitano) che è alteratissimo e mi inveisce di parole
lo lascio sfogare
mi siedo sulla barca ed una signora di Trinidad de Tobago mi dice il suo nome, rispondo con il mio ..e con una faccia arrabbiatissima mi dice : "sappiamo tutti come ti chiami"
INIZIAMO BENE
la traversata si dimostra subito difficile, non solo per le onde che fanno rigirare il mio stomaco, ma anche per il poco spazio disponibile SIAMO IN 14
e la moto inun angolo legata e coperta sembra non mostrare le sue forme, tranne a me che la conosco bene e mi accorgo delle due frecce rotte
proseguimao verso la notte che sarà lunga
a turni di due ore timoneremo tutti
IL CAPITANO NON VUOLE FAR TUTTA LA NOTTE ALZATO

3 commenti:

  1. Finalmente ti si risente! Eravamo in ansia.

    Mi dispiace per l'accaduto - ti sento amareggiata.

    Coraggio.

    RispondiElimina
  2. Ciao Miriam, un saluto da Rosario.
    Fabrizio

    RispondiElimina
  3. bel viaggio in nave tra frecce rotte e gente strana.

    Non sai quanta voglia avrei di far ancora due parole con te.

    RispondiElimina