sabato 31 gennaio 2009

CUEVAS DES LAS MANOS

il sito archeologico (patrimonio dell'UNESCO) si trova incastrato in un canyon spaccato dal vento, e modellato dall'antica acqua.
Ho avuto la fortuna di accedere pagando il solo biglietto di entrata per 15 pesos, come se fossi argentina e non 50 pesos come per tutti gli stranieri, grazie a Raul.

Caludio mi ha portata, con il suo mini bus,fino al bordo del canyon ..e poi (a chi unque vada con lui) fa da guida negli anfratti fino ad attraversare il rio a piedi scalzi, per poi risalire fino all'ingresso della CUEVAS e grazie a Raul che gli è amico ..il viaggio è stato gratuito per me.

Le immagini delle mano sono ancor vivide ..ben delineate ed i colori persistono brillanti ..nonostante i 9.000 ANNI ed è questo ultimo dato che mi ha impressionata tantissimo ..
se penso al significato di 100 anni ...penso alla mia nonna che è mancata all'età di 94 ...
se penso al significato di 2.000 anni ...penso a Avanti Cristo e dopo Cristo...

ma ..9.000 ANNI ..non riesco ad identificarlo ..a valutarlo ..a quotarlo ..

9.000 ANNI ..è una cifra indescrivibile ..e la mia mente non riesce a concepirla

quindi il sito ..in se ...non è spettacolare ..il canyon ..si è molto carino ..ma anch'esso non spettacolare ..ma ..i 9.000 anni ..sono incisi nella mia mente in modo profondo

martedì 27 gennaio 2009

GLI OPPOSTI SI TOCCANO

gente buona
lavorano dalle 10 della mattina fino a che il loro corpo regge: l'ospedale riceve gli incidenti della ruta 40, da da mangiare agli indigenti, paga gli occhiali da vista agli anziani, e tante altre cose
ti offrono un mate con facturas solo per conoscere la dottora straniera

gente strana
cammini per la strada e sputano in fronte ai tuoi passi
ti chiedono il doppio del prezzo solo perchè sei "turista"

ecco che gli opposti si toccano ..si uniscono nello stesso paese : Perito Moreno

e di colpo apprendo il significato dello Yin e Yang
e di colpo apprendo che allo stesso tempo vi è una divisione lenta
che ..anche la "gente strana" tiene un suo perchè ..anche la gente strana ha bisogno ..ma non sa esprimerlo e lo manifesta come può

filosofia?? teoria ???
no
queste cose le stò vivendo sulla mia pelle ..e pagandole care ...
mi definiscono "donna forte" ..
no
sono quel che sono
e ringrazio pe rquesta esperienza
e ripeto ..
NON MOLLOOOOOOOOOO
IOPARTOOOO

sabato 24 gennaio 2009

el loco Raul / RAul il pazzo

sulla porta stá scritto 20 pesos
ma poi, se siete persone gentili, vi chiedera 10

sulla porta stá scritto 20 pesos per persona
ma poi, se siete persone cordiali, vi chiederá 10 per tenda

sulla porta stá scritto 20 pesos per persona, solo per dormire
ma poi, se siete persone educate, vi offrirá il pranzo e la cena

el loco Raul/ Raul il pazzo
ha un cuore d'ORO
perché - come dice lui - so cosa vuol dire soffrire

el loco Raul / Raul il pazzo
lo chiamano cosí perché a loro manca un sentimento
che questo uomo ha (forse in eccesso)
si chiama AMORE UNIVERSALE

giovedì 22 gennaio 2009

SOFFROOOOOOOOOOOO


ho caricato come potevo la mia moto..

per mia fortuna tutto il paese mi aiuta ...

lo scambio, che tanto desidero e cerco, con Perito Moreno stà avvenendo

lavoro nell'ospedale (apparentemente senza compenso) ..non solo facendo trattamento ..ma dialogando con i medici apprendo tecniche che ormai da noi sono in disuso (senza medicine si ingegnano come possono ..e spesso funziona) ed i miei anni di studi (fisioterapia, osteopatia, medicina cinese, fitoterapia) quì vengono ascoltati con interesse ..
lo scambio è un arte che ci siamo dimenticati
è un arte difficile (per questo sono nati i soldi) ..perchè spesso uno dei due teme di essere il solo a dare e non vede quanto riceve ..
io sono fortunata ..ho appreso a vedere ...a notare i piccoli gesti (Raul del camping si sveglia presto e prende pane fresco tutte le mattine) ..e questo nonostante quanto io stia soffrendo per la mia moto ..mi rende felice

martedì 20 gennaio 2009

GIONATA NENCINI : sono un viaggiatore non un motociclista

Questo é Gionata Nencini
Se avrete la pazienza di leggerlo ..capirete che le parole possono offendere (le mie spesso lo fanno ma sempre involontariamente) soprattutto un animo sensibile

Non me ne vogliano quindi ..qualli a cui non ho pubblicato i commenti inviatimi via mail ...ma non voglio ancar di rispetto ad una persona che viaggia ..indipendentemente dal mezzo che usa .quello che conta é l’anima
quindi per me ..confermo il mio solito modo di vederti (un anima) ...ed io semplicemente un anima che viaggia diversamente ..ma in fondo ..non tanto lontana da te ..

GIONATA NENCINI SCRIVE :
Sei signor nessuno – diceva mio padre. Non aspettarti troppo interesse dagli altri solo perché dici di voler fare il giro del mondo
Aveva ragione lui.
Disse allora che forse scrivere a qualche rivista motociclistica sarebbe stata l’unica possibilità.
Ma non sono un
motociclista – contestai. Sono un Viaggiatore!
Benissimo – sottolineò. Forse é proprio per questo che susciterai in loro curiosità.
Mandai un messaggio a molti dei moto magazine italiani, scrivendo che la filosofia del mio viaggio era la scoperta umana, personale, culturale e che la moto era un mezzo di trasporto.
Che era l’anima che guida la macchina e non il contrario.
Non mi rispose nessuno.
Poi sono partito.

Sono passati 4 anni da allora.
Ho deciso di scrivere questo post oggi, dopo aver cambiato l’olio motore alla mia moto.
Con me c’é
Davide, uno degli amici italiani che ho conosciuto in Buenos Aires.
Mi osserva mentre svito il tappo della coppa dell’olio…

Ma l’olio lo cambi a moto dritta o su cavalletto laterale? – mi chiede, ricordandosi che sulla sua Honda Falcon, la procedura da seguire é completamente diversa da quella in cui mi cimento.
Esito…
Su cavalletto laterale, credo. Almeno…così ho sempre fatto. Credo lo dica anche il manuale Honda e comunque Max di Motato, 4 anni fa mi ha istruito sulla manutenzione della moto e deve avermi spiegato anche questo.
In realtà Max me lo ha spiegato correttamente, ma io ho dimenticato e fatto del ricordo una personale interpretazione da profano della moto.
Davide trova il manuale della mia moto per terra e me lo porge. Lo sfogliamo e a pagina 97 dice

CAMBIO OLIO
1. Con la motocicletta tenuta in posizione diritta, su un terreno a livello.
Lui ride, affettuosamente e mi chiede:
Ma quante volte l’hai cambiato l’olio?
2, credo 3 volte – gli rispondo.

In 4 anni e 150000 Km, hai cambiato l’olio solo 2 volte?!?!?!? – esclama.
Le altre volte l’ho fatto fare ai meccanici – gli spiego.
Ed i rabbocchi moto li hai sempre fatti con la moto su cavalletto laterale?
Gli dico di si, e gli mostro questo:

Questo é uno dei mille rabbocchi olio che OGNI MATTINA faccio alla moto prima di mettermi in viaggio.
Era il Tour di Oceania. Sono in Australia del West ed ho appena finito di smontare la tenda.
Guarda come spingo la moto per tenerla piegata! Sembra quasi io sappia cosa stia facendo… – commento facendo notare a
Davide le mie negligenze motociclistiche.
Ride lui.
Rido io.

Sono passati 4 anni dalla mia partenza. Le mie prime collaborazione con Euro Moto, Mototurismo, Moto Corse, Honda Magazine ed In Moto (tutti moto magazine specializzati) risalgono al 2007, dopo 3 anni dalla mia partenza.
Non sei nessuno – diceva mio padre.
Immagino che dopo anni di viaggio con la più totale inesperienza motociclistica e meccanica, sia normale chiedersi
Ma dove sta il trucco?
Nessun trucco.
Semplicemente parlando, non é che una questione mentale. E dal di dentro, credetemi, guidare una moto a giro per il mondo, non é che un mero auto intrattenimento.
E’ facile da qui, mandare a casa un’immagine di sé che corrisponda a CIO’ CHE VOGLIAMO GLI ALTRI PENSINO DI NOI.
Se non fosse per l’arricchimento umano, culturale e etico che può derivare da un vero viaggio, sarei contento di suggerire a tutti quanti voi di non partire mai e di investire il vostro tempo in qualcosa di meno banale.
Ma un viaggio così, con questi tempi, diventa uno stile di vita ed una scelta di vita proprio quando non si viaggia IN FUNZIONE del proprio mezzo.
O in FUNZIONE del proprio tempo.
O in FUNZIONE del vantaggio che se ne trarrà una volta tornati a casa.
Viaggiare in FUNZIONE forse delle domande che ci anelano e delle risposte che la strada suggerirà, risulta un’esperienza assai meno superficiale.
Il viaggio é come un innamoramento. Quando ami, non dichiari che sarai innamorato per 10 mesi. Semplicemente farai di tutto per vivere quel sentimento in eterno.

Ed il limite mentale che ha spinto me ad esitare e spinge molti di voi a fare altrettanto, é l’insicurezza di fallire lì dove non si ha voce in materia.
Lì dove non si destreggia il MEZZO.
Lì dove non si definisce il TEMPO.
Lì dove non si garantisce un RITORNO di immagine od un beneficio.
Ma la domanda adesso ve la faccio io?

Se non viaggiate per voi stessi, per valorizzare le vostre soddisfazioni conoscitive e fare di esse il motivo di una scoperta interiore ed esteriore, per quale altro motivo dovreste viaggiare mai?
Per fotografare una bicicletta motorizzata davanti ad un pinguino?

Se non é per il vostro beneficio morale, etico e percettivo del mondo, per quale altro motivo dovreste esporvi al mondo?

E chi l’ha detto che un
Giro del Mondo in Moto sia un privilegio che spetta solo a chi é motociclista?

Cosa fa della MOTO, il fulcro attorno al quale ruota tutto un viaggio?

Siete forse voi incapaci di gioire e godere di una pietanza egregiamente cucinata, solo perché non sapete cucinare come un grande chef?
Siete forse voi incapaci di commuovervi e vibrare al suono di una canzone, perché incapaci di suonare uno strumento o di cantare?
Siete forse voi incapaci di apprezzare un quadro, solo perché ignorate la pittura?
Siete forse voi incapaci di farvi catturare dall’intensità di una foto, solo perché non sapete fotografare?

Dedico questo post al mio editore U.P. che mi ha accolto fra i collaboratori di In Moto pubblicando al mio articolo di esordio la mia seguente introduzione:
La passione per le moto, dicono, ce l’hai nel sangue.
Io l’ho ereditata da mio padre quando all’età di 6 anni, lo seguivo sulla sua Honda Dominator lungo le colline toscane.
Ad occhi chiusi stretto alla sua giacca, ricordo il peso della mia testa che oscillava a destra e sinistra lungo i tornanti. I rumori del traffico e degli animali di campagna. Il rombo del motore farsi più acuto e poi grave.
Ed é così che ho imparato ad amare le moto. Non per quello che realmente sono. Ma per ciò che sono in grado di suscitare in me.
Leggi articolo per intero...

— Buona Lettura,
Gionata Nencini
www.Partireper.it

lunedì 19 gennaio 2009

un po' di Ospedale ..

stò lavorando per 2 pasti caldi ed abbondanti nell'ospedale di Perito Moreno
purtroppo quì non hanno un fisioterapista e tanto meno le adeguate conoscenze infermieristiche per non fare danni ai pazienti

In questi giorni ho trattato una persona con un'emiparesi (mezzo corpo paralizzato), allettata da 1 mese perchè nessuno ha mai pensato di muoverla.
Finalmente oggi i primi passi (pensare che ne ha la capacità ma nessuno ha pensato di metterla almeno seduta), ed ovviamente quì tutti han pensato fosse un miracolo e non frutto di anni ed anni di studio .. bene ..la nonnina inizia a camminare e la responsabile dell'ospedale è così entusiasta che mi affianca ogni giorno un infermiera distinta perchè possano così apprendere le tecniche ..ed io ne sono contenta ..più operatori abili sono un bene per chiunque

ora scappo ..devo andare nuovamente in ospedale ..c'è un bimbo di 4 mesi ..se riesco a fare qualche cosa per lui ..sono solo che contenta ..

P.S: Angela : come vedi ho seguito il tuo consiglio ..parlo anche di ciò che faccio e non solo dell'andare a zonzo

domenica 18 gennaio 2009

scambio ...

mi ritrovo in questo paesino ..dove non c'è nulla ..se non il deserto spazzato dal vento
mi ritrovo seduta nell'ufficio dell'ispettore di polizia
tutto il paese sa di me
così ..
dormo gratis da Raul: se passate di quì fate un salto a salutare quest¡uomo che scrive poesie, le decanta a memoria e regala un aiuto a tutti i viaggiatori ..perchè lui sa che viaggiare è difficile
mangio gratis in Ospedale : per scambio lavoro gratis con le loro nonnine ..ed i loro bimbi (non chiedetemi fotografie ..non amo sbandierare le disgrazie altrui, già parlar di questo è difficile per me)
uso internet con banda larga della polizia

e lungo il tragitto da Raul all'ospedale o alla polizia, la gente mi saluta stringendomi la mano ...è un emozione grande ..ora conosco il significato profondo della parola gratitudine

lo scambio di talaenti (come dice il mio amico Stefano) è una cosa bellissima ..ed io sono molto fortunata in questo ...
grazie a tutti ..
a ..si ..lo so che oggi è domenica e non si lavora ...ma io lavoro ugualmente ..

ciao alla prossima

Miriam

sabato 17 gennaio 2009

GRAZIE A ...

GRAZIE A WILLY : Raul é un po pazzerello ma é un uomo dal cuore d'ORO

GRAZIE A CECILIA : con il suo Sunny é tornata sui suoi passi per 160 km ..solo per aiutarmi a capire cosa fare e quali pezzi comprare (mi aveva giá regalato in passato un raggio della ruota posteriore ..ve lo ricordate che era rotto?) ..si perché io e lei abbiamo la stessa moto (colori diversi) ..siamo alte uguali ..abbiamo gli stessi sandali ..ma lei é bionda ed io mora ... ed é bellissimo sentire la sua amicizia

GRAZIE a MARGUS e KARINA : si son fermati nel camping di Raul solo per farmi compagnia ..anche se non avevano bisogno di dormir quí

GRAZIE a ROBERTO (inglese) : mi ha passato alcune info via mail ..e ..nemmeno lo conosco

GRAZIE a RICCARDO : anche da lui un sacco di info via mail

GRAZIE GRAZIE GRAZIE

siete tutti gentilissimi ..e ..questo vale piú di tantissime altre cose
un abbraccio

Miriam

venerdì 16 gennaio 2009

risposte ai vostri commenti a "seduta nel vento"

innanzitutto siete stati tantissimi anche via mail ..e voglio segnalarvi che purtroppo ho avuto la triste notizia che una delle suore di Melo/Uruguay (che mi avevano osppitata) é malata e ..sono fortuna ad aver rotto solo il cardano ..e non esser accaduto altro ... quindi ringrazio e NON MOLLOOOO ...

MIRELLA = spiacente ..nulla é risolto ad oggi 16 ..amen

PARTIRER.IT = quando ti firmerai con il tuo nome e non con il tuo sito ..ti risponderó : smettila di fare il commerciante e se vuoi esser mio amico comportati da persona meravigliosa qual sai ...ed il commercio lascialo da un altra parte ..sai che ti voglio bene ..sciocco

IL PIER = spiacente ma ..come dice mio fratello "meglio dare una coltellata a lei che alla sua moto ..per la sua moto farebbe di tutto ..la ama troppo" ed é vero

motocross = ho rilasciato loro un intervista perché non mi pagavano ... e vedere che continuano a seguirmi mi fa pensare che esiste un cuore anche quí

Manuel = ti perdono di aver definito la mia moto "solo un mezzo" solo erché hai capito che la cosa NON MI FERERA'

Willy Mulonia = UN GRANDE .. ha fatto il mio stesso giro in bicicletta ...anche lui bresciano come me ..ma ..soprattutto ... una gran persona ..e .. i sogni si avverano si ... hai ragione

Rosanna = grazie mia cara ...non ti conosco ma so che la candelina a S. Francesco la accendete sempre

Phaleg = ma da quando fai la dolce che mi insulti sempre

Paolo = smettila che di motociclisti come te ce ne vorrebbero e come ..se sei il Paolo che dico io ;)

Tucano Urbano = quando dietro ad un azienda ci sono persone vere .. motociclisti che viaggiano ..sanno cosa vuol dire ioparto ..GRAZIE

Simone http://www.gspassion.com/ = grazie ... non ho altre parole

VIA MAIL ..siete stati tantissimi
Domenico Romina e LOLA = troppo generoso .. non posso ..grazie
Alessandro = grazie di avermi fatto notare che il pezzo di strada da me fatto é il piú difficile in assoluto ed io non son caduta ..grazie
Stefano Turchi = i complimenti da un campione come te del rally dei faraoni ..mi emozionano sempre
RENZO = hai ragione ..il corso con Fabio Fasola mi é servito tantissimo ..con lui ho provato a fare cose estreme per me, con una KTM 450 é molto piú facile che con la mia bestiona adorata ..é stato bello sentire il gruppo che faceva il tifo per me ...GRAZIE


DIMENTICAVO
forse ho trovato il pezzo in Chile ..nuovo ..costoso ..ma ... trovato ..é arrivata una mail or ora....
vi faccio sapere ..intanto ...GRAZIE A TUTTI

mercoledì 14 gennaio 2009

6 ore seduta nel vento

ecco il perché della mia assenza .. perdonatemi

sono stata 6 ore seduta nel vento
...
...
la mitica ruta 40 ..che fa cadere tutti ..dove tutti si fanno male ..
a me non ha fatto nula ...
ma ...
attraverso un ponte e sento un rumore
mi fermo di lato ..
noto un po´di olio che trafila dalla guarnizione
la cosa non mi piace
riparto e dopo 200 metri mi fermo di nuovo
lo stesso rumore ma piú intenso
ne sono certa
il cardano si stá per rompere
e cosí mi siedo nel vento
ad attende che qualcuno con un pick-up (sono molto comuni quí) mi possa dare un passaggio fino al prossimo paese ..in fondo ..
se proprio non passa nessuno ho la tenda ..l'acqua (grazie Gialdini per la tanica da 5 litri) e le barrette energetiche mi bastano per 3 gg
ma resto 6 ore ..li ..nel vento ..aspettando ..temendo che i miei sogni svaniscano quí ..in questo deserto ..
quando si ferma qualcuno e mi da della "donna incapace" e accende la moto ..mette la prima ...rilascia la frizione e lo stesso rumore echeggia in tutta la vallata con un intensitá inattesa ..la mia moto urla ..il cardano si rompe ... ed io donna incapace ..spingo via qull'uomo ...
non ne voglio sapere di persone cosí al mio fianco ..meglio stare altre ore seduta nel vento
ed é un attimo
si fermano 2 moto
mi aiutano a controllare dove e come si é rotto ..per comprendere se la si puó trainare ..
i dadi che fissano al motore il cardao sono molli (non voglio pensare che il meccanico che mi ha cambiato le gaurnizioni non abbia stretto a dovere ma ..le svito con le sole dita) ..mi sento un chirurgo ..il grasso sulle mie mani é come se fosse il sangue della mia moto ..non ho nemmeno il tempo di emozionarmi che i due motociclisti (padre e figlio) mi fermano un pick-up
questi mi trasportano fino a Perito Moreno ..un villaggio sperduto ..
dove internet c'é alcuni giorni si ed altri no ..
ed ora ?????

smontato il cardano (da sola ..sono un motociclista ..mica una che viaggia con la moto solo perché ha i soldi per comprarla) ..visto che si é rotto il giunto di snodo che unisce il cardano al motore ..e mi fa rabia ..scoprire che ..si era rotto un solo dente ..e grazie al gentile signore ora la mia adorata moto ne ha rotti 2 ...

ed ora attendo la soluzione del problema

non faró come altri viaggiatori che mettono il link per la loro post e pay

attendo ... info da altri amici viaggiatori ...sembra che
la ruta 40 abbia fatto cadere un francese ...ha frantumato un motore
e la sua sfortuna forse sará la mia ..
sembra che l'unica cosa rimasta buona della sua moto sia il cardano
giá ..perché anche lui guida una vecchia GS R 100 ..proprio come la mia

la vita é strana ..
ora attendo ..
poi vi faró sapere ...

avreste voluto racconti da favola ..e tramonti stupendi ..
ma la vita é vita ...e le favole sono un altra cosa

ma ..io ho la fortuna di aver una vita meravigliosa e coerente
ho appena ricevuto una mail da Riccardo mediaout ...
e finalmente so ..che tutta quella gente che tanto parlava male di me ..
ha ammesso che era solo invidia ..
... i veri amici si riconosco sempre ..
ita ..ci sono persone che restan la gran persona che sono ..come per me é meravigliosa Erika Mugnai ..é grazie a lei se io non sono ancor caduta ..e forse nemmeno cadró visto come stó guidando con facilitá ...
la vita puó portarti lontano da persone cosí ..ma restano sempre persone MERAVIGLIOSE ...
un abbraccio immenso a tutti

giovedì 8 gennaio 2009

riflessioni

posso dire che il ghiacciaio Perito Moreno mi ha incantata: sono rimasta ore a guardarlo
ad ascoltare i suoi immensi crackKKKK .. che risuonavano nella stretta vallata
sono stata ore ad attendere un pezzettino di ghiaccio cadere con un profondo tonfo nell'acqua ..
per poi accorgermi dalle onde e dalla proporzione con le barche che si avvicinano alla immensa parete ..che tanto piccoli non erano ..ma é solo la lontananza che li fa sembrare minuscoli

il fascino della natura su di me é sempre immenso ..a volte insostenibile ..
i riflessi blu del ghiaccio antico, profondo ..mi accecavano ..ma non toglievo lo sguardo ..

grazie natura di esser quello che sei

lunedì 5 gennaio 2009

SUPER TELEFONO

con il super telefono consigliatomi da Francesco Bracci ..rubo la connessione wifi ad un bar e vi scrivo 2 cose
1) un pezzo della temuta ruta 40 è fatto
2) sono a el Calafate (leggi ghiacciaio Perito Moreno) = IMPONENTE e BELLISSIMO ..starei ore a guardarlo ..mi son fatta un filmatino ..giusto per guardarlo e riguardarlo

ciao a tutti

al prossimo furto di wifi

domenica 4 gennaio 2009

TORRE del PAINE

Costoso (e poi ..vuoi mettere le dolomiti?) ..x cui si parte subito x PERITO MORENO (il ghiacciaio) ..tramite la famosa e tanto temibile RUTA 40