martedì 31 marzo 2009

FINALMENTE IN STRADA

Sono seduta nel patio dell'osta di Valparaisol, guardo gli altri viaggiatori che si coccolano in questa casa tedesca bevendo litri di caffè lungo ..
di colpo mi rendo conto che la mia orticaria non se ne andrà se resto in questo posto:
preparo la moto al volo.

è una rara giornata di forte vento quì a Valpariaso sulla costa pacifica del Chile
non resisto
in 20 minuti son pronta
esco
saluto tutti con l'augurio di reincontrarci per strada o .. a casa mia un domani quando ritornerò

percorro la costa anche se so che con il vento è sconsigliata: la strada si copre di sabbia
ma non importa, lo spettacolo che mi attende è questo


mi inebrio di colori, di mare e di sole, e di colpo mi viene fame : mi sento di nuovo viva.

Non ce nulla da fare: viaggiare per me è la mia miglior medicina

lunedì 30 marzo 2009

VALPARAISO : scoprire i luoghi nascosti

uscendo dal centro che vi ho mostrato con le fotografie dell'altro blog
mi sono recata in quelle viuzze che nessun turista va a visitare per paura di esser derubato della sua preziosa macchina fotografia.e così faccio come ogni volta : entro in un supermercato, osservo la gente e guardo la persona più vecchia dove si stà dirigendo
Seguo quella strada e mi perdo tra le vie
per ritrovare la strada è facile: semplicemente giù per la strada che scende verso il mare, e da li il primo autobus con scritto PLAYA ANCHA (il quartiere dove dormo)

comunque
in un modo dove la religione è arrivata con i coloni si trova di tutto
dal mussulmano al Ari Crishna e così che mangio in un ristorante di quest'ultimo per la misera cifrra di 2,40 euro.

poi sono salita dove ci sono le baracche e tra le facce attonite del "cosa ci fa un turista quì?" ho pure ricevuto qualche saluto da alcune vecchiette intente a lavorare

non ho resistito mi son portata la macchina fotografica

venerdì 27 marzo 2009

a passeggio per VALPARAISO - CHILE

Finalmente stò un po meglio : questo stop mi sta facendo riallacciare i contatti con tanti amici che mi seguono e, purtroppo quando viaggio, non ho mail il tempo di leggere e nemmeno il tempo di rispondere ad una banale mail.

Mi sono pero presa il tempo anche di passeggiare, di mettere a frutto il vantaggio di trovarmi in Cile, in uno dei luoghi patrimonio dell'Unesco e quindi dell'umanità: VALPARAISO

Ho scattato un sacco di fotografie, passeggiando attraverso viuzze e piazzali
ecco uno dei palazzi più antichi (il mercato popolare) che hanno colorato in questo modo: pensate che è di Eifell (los tesso della torre di Parigi)
poi ho apprezzato alcune scale
che vanno verso altrettante case nascoste dietro altre, e dietro altre ancora, ed arrampicate su per le montagne, ville maestose in bilico sulla città sottostante eppure reggono da più di 200 anni

poi i palazzi

tagliati dagli immancabili fili volanti che ho visto anche a Santiago (capitale del Chile)

poi i viali alberati che stanno al centro delle strade, separando chi va da chi viene



i murales

e gli studenti universitari che il primo giorno vengono ridotti in questo modo e mandati a chiedere la carità per strada

una città ricca di un sacco di cose : infinte variabili di una stessa costante



ma su tutti il mio palazzo preferito = FUSIONE TRA PASSATO E FUTURO


martedì 24 marzo 2009

IL MIO OSPEDALE = NON CI POSSO CREDERE ! !

dunque.. partiamo dalle bolle
sembra che sia un orticaria da stress
e direte voi: "stress mentre sei in vacanza?
bhe ..innanzitutto non è una vacanza ma un esperienza che vale più di un università ( e pensare che ho 2 lauree)

la mia aspettativa di un anno presa dal ospedale in cui lavoro (es in cui mi piace lavorare) www.domussalutis.it/ scade a fine mese (iniziata il 1 aprile 2008 - scade il 31 marzo 2009)
bhe ..
proprio 10 minuti fa ho letto la mail e ...
"abbiam letto il suo blog e riteniamo la sua esperienza possa continuare fino al 31 DICEMBRE"

E VAIIIIIIIIIII

per prima cosa l'ho detto alla mia mamma che mi ha detto subito : "non vorrai mica stare in giro fino al 31 dicembre ..vero?"
la mamma è sempre la mamma

uauu ..mi sento meglio

domenica 22 marzo 2009

COMPLEANNO E SALUTI

oggi 20 marzo a Valparaiso festeggiamo il compleanno di Gho Mia Chun

in realtà il suo compleanno è il 21 ma domani lui e sua moglie Samantha Pan partiranno verso nord: sono di Singapore e stanno facendo il giro del mondo in moto www.singaporedream-rtw.blogspot.com

quì all'ostello ci sono tanti dei viaggiatori che ho incontrato ed ho avuto il piacere di conoscere durante questi mesi (mannaggia sono già 5 : sono in ritardo ..AMEN).


MOLTI DI LORO FINISCONO QUì IL LORO VIAGGIO

e quindi questa festa di compleanno è anche una festa di saluti, consapevoli che le nostre strade si dividono


da quì son ripartiti oggi Oliver e Silke
da quì partiranno presto Thomas e Andrea
ed io proseguirò io mio

sta sera ci siamo guardati consapevoli dell'addio
sta sera ci siamo silenziosamente detti che, quando uno di noi scriverà una mail all'altro, la classica ed usuasle frase "come stai?" avrà il significato profondo che ormai ha perso nelle nostre vite quoitidiane
non sarà una domanda come spesso ci viene spesso rivolta "a che punto sei del viaggio?"
ma sarà rivolta alla nostra persona fisica, alla nostra anima, ai nostri sentimenti ed emozioni

forse un giorno cercherò di fare in modo di riabbracciarli questi che sono amici di passaggio, ma in viaggio tutto è più intenso, oserei quasi dire più vero

sabato 21 marzo 2009

MI SPIACE X LA MIA MAMMA

io che d'inverno non unso mai lalana xkè ho caldo
io che con il caldo mi sento svenire
oggi ho freddo
mi tremano le gambe e ... accidenti
mi spiace per mia mamma che leggerà questo topic
ma ho qualche linea di febbre
son comunque a valparaiso, in una casa riscaldata e accogliente
ed una volta tanto uso il blog per comunicare e non come promemoria di viaggio

giovedì 19 marzo 2009

ed ancora VALPARAISO

sono rientrata a Valparaiso dopo aver fatto un sacco di cose a Santiago
quì ci sono dinuovo tantia ltri viaggiatori incontrati lungo questi mesi
Viaggiatori che non hanno un blog o che nemmeno si sognano di scirvere un libro, chehanno una modestia più grande delle loro valigie colme di cose utili e non .

nonostante la mia reazione allergica (forse purtroppo sono i gatti di Carla,peccato perchè li adoro tantissimo) abbiamo riso e scherzato, cucinato tutti assieme e raccontato i vari luoghi che ci sono sembrati belli o brutti, per quella legge dello scambio che ci arricchisce tutti.

mi hanno fornito indirizzi per + a nord ed io per + a sud a loro

viaggiatori: gente che si mette in giocoo per quello che è, che ha smesso da tempo di mostrare i suoi pregi agli altri come se fossero un trofeo, ma che li usa per se e per dono a chi ne ha bisogno.
gente che lavora sui suoi difetti e che aiuta gli altri a farlo con se stessi .

come dice i lmio GRANDE amico Matteo: "ogni persona è unica anche per le proprie esperienze...e da queste ognuno di noi può imparare sempre qualcosa...che sia un bambino o un vecchio poco importa"

mi sono innamorata più dei viaggiatori che dei viaggi: quelli finiscono ietro l'angolo mentre i viaggiatori veri ti restano amici per sempre, e quando avrò terminato di viaggiare aprirò un luogo per accoglierli, per faqr si che abbiano un ostoper riposarsi e sentirsi a casa

Valparaiso in questo momento è tutto questo

mercoledì 18 marzo 2009

indietro a Santiago

sono tornata a Santiago perchè nell'ostal non mi sentivo a mio agio
Carla mi ha ospitata gentilmente ancora una volta

ed io ne ho approfittato per fare spese

Camilla mi aveva regalato un vestito nero aderente fatto di maglia, ho quindi comprato delle calze e altre cosine

Poi ho lasciato a Carla alcune cose, visto che lei rentrerà in Italia a breve, in modo da alleggerirmi

Poi ho reinonctrato due simpaticissime persone Peggy e Walter, che mi hanno dato dei contatti verso nord

Poi ...si insomma un sacco di cose

unica nota dolente mi ritrovo ancora con il prurito ed ancora una volta l'amicizia viene in mio aiuto: chiama l'omeopata che purtroppo non riponde e quindi ci si orienta ad un VETERINARIO , ha funzionato ! bhe in fondo è un medico anche lui
ah ah

stò meglio ma non del tutto
probabilmente sono i gatti o non so cosa

oggi riparto per Valparaiso spero che Daniel abbia con se le cose che mi servono

martedì 17 marzo 2009

REGALO A RAUL

scrivo solo oggi di questa cosa perchè non mi piace vantarmi di ciò che faccio.

Partendo da Perito Moreno ho regalato i miei pantaloni invernali della tucano urbano a Raul, visto che gli piacevano tanto e che in inverno nella patagonia fa tanto freddo, mi è sembrato un bel regalo per lui

ho informato la tucano urbano che mi avevano dato in dotazione i pantaloni "polo sud" e MIRACOLO mi han detto che se ho bisogno me li inviano

esser gentili ripaga ... ed io ringrazzio la Tucano Urbano

sabato 14 marzo 2009

VALPARAISO

VALPARAISO è BELLISSIMO
dalla torreta di "villa kunterburt" (antica casa del 800) vi mostro la città








arrivare quì non è stato facile
come al solito la dogana non riconosce il canet de passage e mi fa casini e ci pereo 2 ore
stavo viaggiando con dei simpatici cileni e se ne sono andati (giustamente) per non far loro perder tempo ..peccato

Martina ed Enzo sono rispettivamente Tedesca e Cileno e sono sposati ed hanno 3 figli bellissimi

mi hanno offerto al volo del riso freddo, e da bere
ed ora sono nel loro patio con del liquore al latte e caffè che berrò molto poco (non amo l'alcool)
finalmente si viaggia. ..

venerdì 13 marzo 2009

Richard uomo d'altri tempi

sono giorni che apprezzo Mendoza con la compagnia di Richard
Inglese di 61 anni che é al suo 3* giro del mondo: il primo in barca a vela lavorando come cuoco, il secondo in aereo (sempre lavorando come cuoco) ed il terzo ora, con la sua moto.

Richard é Inglese ed é un gentleman d'altri tempi: mi apre la portiere del taxi, mi aiuta con la sedia al ristorante, offre sempre lui.

ed io in tutto questo mi sento stranita, non ho l'abitudine a queste cose, glielo dico e e lui mi risponde che apprezza la mia compagnia, che in un viaggio di questo tipo grazie a me non si sente solo e riesce a scoprire angoli meravigliosi come ieri sera.

in una foto racciudo tutta la serata di ieri



vino Cabernet con musica classica.
un quartetto composto da violino, viola, violoncello e flauto che ci hanno deliziati con Mozart, ed il tutto sopra il palazzo municipale, in una splendida terraza che dominca Mendoza, con la luna piena e le luci della notte



son rimasta incantata



ad osservare la cittá con tutto il suo verde

una cittá in cui tutte le vie, anche le piú piccole, sono contornate da alberi e da canali di irrigazione (purtroppo a cielo aperto) che alimentano questi alberi enormi e meravigliosi

giovedì 12 marzo 2009

la moto é pronta

Carlos ha fatto il miracolo, non ci posso credere ma mi ha reso la mia moto NUOVA


ha lavorato sul cambio che ora é perfetto

ha lavorato sul cardano e mi ha spiegato come mettere il grasso

mi ha procurato gli attrezzi necessari per ingrassarlo la prossima volta (15.000 km)


la cosa che l'ha stupito di piú é stato l'olio del motore, quando l'ha cambitao mi ha detto: "non ci posso credere, é bellissimo (correto dopo - scusate) sei sicura che quest'olio ha 8.000 km?"
la risposta é stata si ..e mi ha pure chiesto la marca

ha ragione Cecilia é un uomo di cui innamorarsi

favoloso



e domani si parteeeeeee

mercoledì 11 marzo 2009

MARTEDÍ al MOTOCLUB di MENDOZA

Carlos mi ha invitata, ancora una volta, al motoclub di Mendoza dove ogni martedí cenano tutti assieme come se fosse la domenica in famiglia.

questa volta porto con me la macchina fotografica per mostrarvi alcune cose:
la sede é una stanza enorme ed in questa fotografia ho la cucina alle mie spalle, alla parete di sinistra ci sono i quadri con le fotografie dei viaggi fatti dal motoclub



ed a destra i finestroni che si aprono sullo splendido giardino



é estate e quindi si cena fuori al fresco.
ecco come si fa entrare ed uscire il tavolo, visto che dalla porta non ci passa.



mi sono veramente divertita con queste perosne di etá media 60 anni , gente genuina che non ha dato importanza alla mia presenza di donna ma ha parlato sempre schiettamente, anche quando credevano fossi la fidanzata di Carlos, visto che sono arrivata seduta dietro sulla sua moto. ah ah :DD :)

lunedì 9 marzo 2009

FESTA NATIONAL DELA VENDIMIA



la festa si é svolta durante le giornate precedenti ad oggi, la strada principale di Mendoza (San Martin) era totalmente chiusa al traffico per la sfilata dei carri di ogni provincia che, incoronando la loro regina, facevano sfoggio della loro bellezza corrompendo il pubblico con lancio di ogni ben di Dio: dai salumi alla frutta, fino ad arrivare alle bottiglie di vino.

l'atto principale si é svolto ieri sabato 7 marzo, ma sta sera io, Camila e Richard siamo andati alla replica pagando meno anche grazie al fatto che la regina (una specie di miss) é stata eletta la sera precedente.

il teatro Romano (chiamato cosí per la sua forma ad anfiteatro ma che i romani non li ha mai visti) puó ospitare fino a 21.686 persone ed anche se é la seconda serata é totalmente pieno:

abbiamo avuto la fortuna di trovare dei posti centrali proprio sotto il palco d'onore

inaspettatamente il tutto si é svolto ai ritmi incalzanti della musica popolare argentina, partendo dalla italiana alla spagnola in una specie di lotta simbolica che si é poi fusa nel tango argentino e nei vari balli popolari com il GATO (un misto tra tarantella e fado)

sabato 7 marzo 2009

VISITARE GENTE

oggi ho visitato due signore di una certa etá
la prima di 78 anni ha uno spirito incredibili: nonostante una brutta caduta che le ha incrinato 2 costole, balla e canta a squarcia gola, va a fare la spesa camminando e ritorna con le borse piene
la seconda 74 anni e (pur essendo una persona molto acculturata) nessuna voglia di vivere

ecco che mi rendo conto che le mie mani non sono la panacea di tutti i maili, che le mie parole (se pur atffettuose e ben studiate) non riescono a penetrare cosí a fondo nella gente da poter cambiar in loro la voglia di vivere

la vita é un dono e non va sprecato
ma troppo spesso ci dimentichiamo di questo
ricordo quanto ho lavorato pensando agli altri, non chiedendo una parcella ed ottenedo una mancia irrisoria , ma quello che mi importava era il bene degli altri, dimenticando il mio;
ed ecco che in questo viaggio le due cose si mescolano io e gli altri siamo due piatti della bilancia e non manco mai di soppesare me mentre soppeso gli altri

questo viaggio mi sta insegnano ed io continuo ad apprendere

spesso apprendo anche che gli errori degli altri vanno perdonati , perché anche io ne faccio
spesso apprendo il piacere di divertirsi, perché anche io ne ho diritto
e spesso apprendo il vantaggio di comunicare

so che questo post é da blog dell'anima ma oggi mi é venuto cosí

venerdì 6 marzo 2009

MENDOZA FESTA ITALIANA E 2

sono ancora a Mendoza in Argentina, ancora una volta vado con Camilla alla festa italiana
quí incontro Richard che mi invita a cenare con lui (da vero gentlemen mi offre la cena)stá volta sono andata sul sicuro ho preso tortelli di ricotta con olio e formaggio : non avevo voglia di trovarmi strani intrugli come sugo
e, sará stato il poco ma ottimo vino bevuto, ma sta volta mi sono veramente divertita.
con Richard ci si confrontava sul fatto che la civilizzazione, che tanto ci va stretta, in realtá ci manca: nonostante i panorami visti all'alba fuori dalla propria tenta, una bella doccia é sempre ben gradita.
E mi rendevo conto che il mio esser donna non é mitigato dalla mia moto, anzi, una camicetta bianca é bastata per farmi legare i capelli in una coda alta, stimolandomi fino a farmi venir voglia di mettere i tacchi alti prestati da Irene (la nipote di Camilla).
una bella serata in compagnia di una persona intelligente e simpatica fa sempre molto piacere: Richard é uno splendido 70enne che sta facendo per la seconda volta il giro del mondo (la prima a 40 anni) ed io come lui, assaporo questo lato di me che mi fa sentire tanto a mio agio, questo viaggio che riesce ad esaltare sia il mio lato motociclistico che il mio lato umanitario, che la mia femminilitá

giovedì 5 marzo 2009

FESTA ITALIANA a Mendoza - Argentina

con Camilla siamo andate alla festa italiana in piazza Italia quí a Mendoza.

tra stend gastronomici di molte delle regioni ialiane ho trovato uno che espondeva ben in vista questo cartello



chiedo informazioni e mi spiegano, con tanto di gentilezza incorporata, che la sopra indicata mortadella é impanata e fritta: mi viene il voltastomaco, ma non per il gusto, per il solo fatto che l'italia all'estero ha perso la sua identitá o forse si é fermata a 50 anni fa come la musica "Italiana" che suonano , o forse anche qualche anno di piú di 50

fatto sta che mi sono divertita molto ma molto di piú con le musiche tradizionali Argentine, per non parlare dei balli contadini FANTSTICI
il cibo l'ho provato quasi tutto e tutto era sulla stessa linea
mi han detto che non riescono a fare il formaggio come da noi per il clima e questo spiega le numerose varianti apportate: meno male, per lo meno questo li giustifica molto

martedì 3 marzo 2009

CARLOS = un gran meccanico

direte voi ANCORA??
ancora lo dico io ..ma sta volta a ragion veduta

sono andata da Carlos (il meccanico raccomandatomi da Cecilia)

che ha una splendida officina







e che praticamente é dentro casa sua





ed ho scoperto che avevo ragione io : i meccanici che mi han lavorato sulla moto dicendomi "questo non lo puoi fare tu: é troppo difficile" hanno fatto degli errori madornali
che anch'io , nell'aprire la cassa del cambio, ho detto "ma ..ma ... che cavolo .."
praticamente dove c'é l'anello a sfere in primo piano manca il coperchio, come invece si vede in secondo piano: é questione di millimetri ma questo spiega perché il cambio in fuori strada era piú rumoroso
poi ..la ghiera di sinistra ha un anello a sfere chiuso e non aperto: questo potrebbe pregiudicare la lubrificazione (domani controllerá Carlos)

ed ora la mia fortuna fa si che Carlos oltre che riparare anche mi spiega, mi insegna e mi aiuta dove la mia forza non arriva con dei trucchi del mestiere

la vita da e la vita toglie, ma sempre la vita insegna

oggi ho imparato che non sempre un etichetta é garanzia di qualitá

e

non mi crederete ma alla sera sono pure stata invitata per un asado da un gruppo di motociclisti

lunedì 2 marzo 2009

MENDOZA = tante cose

ho reincontrato con molto moltissimo piacere Cecilia e Sunny
sono persone che mi piacciono tanto e per questo non smetto mai di cercare di incontrali
cosí Ceecilia mi ha dato l'indirizzo di un meccanico argentino che lavora con il mio modello di moto (che poi é anche il suo visto che abbiamo la stessa moto)
sono andata oggi ..mi é sembrato una persona in gamba: mi ha addirittura spiegato alcune cose
e quindi ..
domani mattina alle 10 sono da lui (si cosí tardi, in fondo é argentino) e vi mostreró le bellissime fotografie : ha l'officina piena di moto di tutti i tempi ..BELLISSIME

p.s Camilla mi ha fatto un riso freddo da fine del mondooo

mi accorgo solo ora che in questi giorni stó scrivendo poco quí sul "blog di viaggio"
mentre stó scrivendo di piú sul "blog dell'anima" http://ioparto.myblog.it/
forse stó diventando introspettiva = lo son sempre stata quindi no
forse stó diventando piú riservata = questo si (non racconto tutto a qualsiasi persona)
forse ho solo voglia di viaggiare e mi accorgo che il mio tempo é troppo limitato per il mio stile di viaggio
si
penso di allungare il mio tempo
speriamo bene

domenica 1 marzo 2009

MENDOZA

esco dalla casa di Carla, che mi riempie di fotografie, con la tristezza di lasciare un luogo meraviglioso con gente fantastica (l'intelligenza é sempre al primo posto per me)

la vita é meravigliosa e quando hai degli amici tutto é piú facile

tanto é che mi dirigo verso Mendoza dove mi aspetta Camilla: una ltra amica

che bello!!!!